Escursionismo pratico

Scarpe da escursionismo invernali, come scegliere quelle giuste!

Come scegliere le scarpe da escursionismo invernali per fare un buon trekking!

Le scarpe da escursionismo invernali e autunnali sono una scelta molto importante per questo genere di attività. I piedi vi portano ovunque e naturalmente non devono essere trascurati, sopratutto d’inverno con le basse temperature. Ecco perché la scelta delle scarpe non deve essere presa alla leggera.

Sul mercato potete trovare un’infinità di prodotti, per esempio le scarpe basse e alte. Ovviamente c’è da considerare il materiale con cui sono realizzate, la suola, la flessibilità della scarpa etc. Nell’articolo di oggi parliamo di scarpe da trekking, offrendovi una guida il più possibile esaustiva per aiutarvi nella scelta. Vediamo subito i consigli tecnici.

Caratteristiche delle scarpe da trekking invernali

Come ben sapete nelle stagioni fredde bisogna presentare una maggior attenzione al clima. Soprattutto durante le escursioni si è spesso in balia di freddo, pioggia e neve. La scelta delle scarpe è importantissima, così come è importante il resto dell’abbigliamento. I piedi in particolar modo, durante l’escursione, devono avere il massimo del comfort.

Donna, uomo e bambino deve indossare la scarpa più adatta al proprio piede, tenendo di conto di tutte le caratteristiche tecniche di cui vi parliamo adesso. Investire in termini economici un po’ di più, vi consente di camminare e giungere alla vostra destinazione senza troppe difficoltà. Provate a immaginare di fare un percorso con in piedi doloranti, gonfi o addirittura con le vesciche. Chiaramente l’inverno serve protezione ma non a discapito della comodità.

Parlando di caratteristiche tecniche, ne esistono alcune strettamente indispensabili. Questi accessori devono essere prima di tutto impermeabili, isolanti, traspirabili oltre che robuste e leggere. Quest’ultima è una delle qualità più ricercate in qualunque periodo dell’anno. Da non dimenticare l’aderenza al terreno, infatti vi sono tantissimi modelli su cui potete fare affidamento. Tutto dipende anche dalla zona che avete scelto per fare l’escursione.

Gli esperti del settore spesso consigliano delle scarpe alte, queste forniscano una protezione migliore nei confronti dei vostri piedi. Tuttavia, per alcuni tipi di terreni e per le escursioni più facili, sono adatte anche le scarpe basse. La cosa più importante è che i piedi, più sono riparati del freddo e meglio è. Le scarpe invernali da escursionismo forniscono un livello maggiore di difesa contro la pioggia rispetto a quelle tradizionali.

Il prezzo delle scarpe o degli scarponi tende a variare moltissimo e naturalmente non dovete cercare di acquistare a tutti i costi il prodotto a poco prezzo, questo solamente perché con buone probabilità vi accaparrerete un prodotto di scarsa qualità. Di conseguenza tornerete di nuovo al negozio a comprare un nuovo paio di scarpe. Quindi non è meglio scegliere subito quelle giuste?

Per quanto riguarda invece il materiale, non va mai sottovalutato. Potete optare per i tradizionali scarponi in pelle, perfette proprio perché resistenti e impermeabili, così come scarpe alte o basse create con tessuti tecnologici, uniti tra di loro per adattarsi meglio ai vostri piedi durante le escursioni.

La suola deve essere stabile. Durante l’inverno è facile trovare percorsi bagnati a causa della pioggia o dalle sorgenti d’acqua, perciò scivolare a volte è un attimo. Per evitare incidenti simili, è bene che le suole siano capaci di offrire una grande stabilità anche in quei punti scivolosi o comunque instabili.

Scarpe alte o basse?

La scelta delle scarpe come abbiamo detto in precedenza è importante. Parlando di scarpe basse, queste sono sicuramente più leggere e quindi non appesantiscono la vostra camminata. Inoltre, sono studiate per fornire un maggior movimento. In questo modo il piede è più libero, questo significa maggior comfort. Generalmente sono indicate per percorsi facili, come quelli urbani o montani.

Mentre per quanto riguarda le scarpe alte sono pensate per percorsi ben più impegnativi. Infatti si dimostrano indicate sui sentieri alpinistici. Ovviamente i piedi e le caviglie sono maggiormente protetti. La scelta spetta a voi, ricordate che entrambi i modelli sono ottimi. Sono la zona e il tipo di percorso che fanno la differenza.

Aggiungi un commento