Escursioni a Valencia

Cosa vedere a Sagunto: dal castello al teatro romano

Sagunto è la location di oggi! Pensate che siamo rimasti sorpresi dalla descrizione di questo posto ancora prima di vederlo e una volta giunti in questa città (appartenente alla Comunità Valenciana), non abbiamo potuto fare a meno di essere stati fieri della nostra scelta iniziale, ossia andare a vedere Sagunto! Si è dimostrata proprio una bella città, la quale dispone “nel vero senso della parola” di innumerevoli attrazioni e infatti oggi ne parleremo su escursioni a Valencia.

Sagunto rimane vicina al mare e non molto distante da Valencia (circa 25 km), quindi un mix perfetto per renderla un’ottima zona turistica. Contando inoltre la grande varietà di monumenti romanici e non solo, allora si che questa meta diventa rotta per i turisti di ogni parte del mondo!

Appena arrivati, io personalmente mi sono innamorato. In apparenza ci sembrava simile ad altre città spagnole, con la differenza per la zona antica. Quest’ultima è appunto il motivo iniziale che ci ha spinto a vedere Sagunto. Un posto magnifico, dove pian piano, mentre camminate per la salita, vi potete imbattere nei numerosi locali dove mangiare e bere tutto quello che vi passa per la mente, la sangria per esempio e una delle bevande disponibili e assolutamente da provare.

Mentre procedete ci saranno dei monumenti di grande interesse, come il teatro romano. Continuate a camminare fino ad arrivare alla cima della strada, dove è presente il Castello di Sagunto. Una costruzione che lascia semplicemente a bocca aperta. È grandissimo e offre un panorama unico sulla città e verso l’orizzonte, ma tanto ci arriveremo poco per volta.

Cosa vedere a Sagunto

Le varietà di attrazioni storiche presenti a Sagunto non sono da poco. Prima di iniziare a parlarne comunque, vi ricordiamo che gli animali non sono ammessi. Quindi se avete un cane, sappiate che non vi permetteranno di farlo entrare e considerando inoltre il caldo che fa in estate è anche meglio per l’animale. Adesso iniziamo a descrivere alcuni monumenti da non perdere assolutamente…..

Castello di Sagunto

La strada per raggiungere il castello di Sagunto richiede un po’ di tempo. Infatti si trova nella zona più alta della città. Il tragitto non è lunghissimo, tuttavia se vi avventurate nelle ore calde della giornata si dimostra stancante. Al suo interno abbiamo avuto modo di fotografare moltissime cose, come il tempio situato all’entrata verso sinistra, oltre che godersi il bel panorama. All’interno del Castello è presente anche un piccolo museo con diversi reperti antichi, avrete modo di vederlo nella gallery dell’articolo. Ecco alcune informazioni sul Castillo.

Il Castello come abbiamo appena detto è situato sulla cima della città. Offre una chiara visione di Sagunto. Dichiarato dal 1931 monumento nazionale! Si tratta di una grande fortezza che in passato disponeva anche di un ponte levatoio. Ovviamente serviva per permettere l’accesso dall’ingresso principale del Castillo. Vi sono circa mille metri di mura a difesa della costruzione. Diversi popoli sono passati da qui come i Barbari, gli Arabi,i Romani…. Vi sono ben sette aree che suddividono questa location. Tra queste ricordiamo: Plaza de la Conejera (questa è stata per un periodo una fortezza araba), Plaza de Almenara, Plaza de la Ciudadela….

Teatro romano

Il teatro romano è la prima prima cosa in cui ci siamo imbattuti se non contiamo La Ermita de la Soledad y el Calvario. Proprio nel giorno della nostra escursione a Sagunto, non era completamente accessibile, stavano preparando il palco per un evento. Esatto il teatro non è solo un monumento, ma anche un posto dove vengono organizzate serate….

Il teatro romano dal 1896 è stato dichiarato monumento nazionale. Questa struttura ha subito alcuni restauri, ma resta sempre bellissima da vedere. Si presenta con forma semicircolare. E’ risalente al secolo I e venne ricavato da un pezzo nella montagna.

Quartiere ebraico

Il quartiere ebraico di Sagunto è uno dei barrio più caratteristici della città. Situato nella parte vecchia, in prossimità del castello.

La juderia, proprio come tutto il resto della zona antica, si contraddistingue dalla parte nuova per le sue stradine strette e acciotolate. Le case sono prevalentemente quelle di un tempo, imbiancate con la calce e disposte ai lati delle tortuose viuzze. Ancora oggi mantiene le sembianze e il fascino degli antichi borghi medievali. Purtroppo la sua storia non è stata rosea. La sinagoga del barrio nel lontano 1492 venne occupata da una confraternita cristiana dopo che gli ebrei furono cacciati dalle loro case, sempre da parte dei cattolici.

A la juderia si accede passando dall’arco in via del Castillo, in poco tempo potete girarlo tutto ma, noi vi consigliamo di dedicargli un po’ di tempo in più, soffermandovi a guardare le architetture e la particolarietà del posto.

Tempio di Diana

Il Tempio di Diana è una struttura molto antica e ricopre nella storia un ruolo di notevole interesse. Infatti durante l’assedio di Annibale, fortunatamente, questa costruzione non venne attaccata. Pensate che risale al secolo V-VI secolo a.C. La sua ubicazione è in prossimità della chiesa di Santa Maria. Il tempio di Diana, proprio come il teatro, è stato dichiarato dal 1963 monumento nazionale. Ci sono megaliti di calcare alla base di questa antica struttura, molto affascinante.

Foto gallery di Sagunto

Aggiungi un commento