Morso di zecca: le malattie che trasmette all’uomo

0
78

Un escursionista sa bene quanto necessario sia proteggersi da insetti come le zecche. Il morso di zecca di base non è pericoloso, tuttavia può trasmettere diverse malattie all’uomo. E’ molto importante perciò riconoscere i sintomi e farsi curare tempestivamente.

La garrapata (zecca in spagnolo) è un parassita che si nutre del nostro sangue per vivere. Particolarmente rischiosa la zecca ixodes ricinus, la quale può trasmettere la malattia di lyme e l’encefalite. Questo perché all’interno delle loro ghiandole salivari sviluppano batteri e protozoi pericolosi.

Malattia di Lyme

La zecca dei boschi funge da mezzo di trasporto per il batterio Borrelia Burgdorferi. Morde un animale infetto (di solito topi e cervi) e dopo morde noi. Ecco che può trasmetterci la malattia di Lyme, conosciuta anche come borelliosi. In Spagna sappiate che è meno comune contrarla rispetto all’Italia. I paesi invece dove c’è una maggior diffusione sono gli Stati Uniti.

Non dovete però sottovalutare il morso di zecca, mai. La malattia di Lyme infatti può essere curata in fretta con degli antibiotici se presa in tempo. Se invece ci si accorge di averla contratta solo quando ormai è in uno stadio più avanzato, il rischio è di riportare danni gravi al sistema nervoso. Può portare anche l’artrite cronica.

Sintomi della malattia di Lyme

  • Eruzione cutanea di forma circolare. Appare dopo 1-2 settimane dal morso ma potrebbe anche non manifestarsi.
  • Sintomi influenzali come i dolori muscolari e un senso cronico di affaticamento
  • Mal di testa
  • Linfonodi ingrossati
  • Dolore al petto e battito cardiaco accelerato
  • Paralisi del viso, intorpidimento di gambe e braccia. Significa che la malattia ha già raggiunto il sistema nervoso
  • Articolazioni dolenti e gonfie

Encefalite

L’encefalite da morso di zecca, sia in Italia che in Spagna, non è comune. Visto però che negli ultimi anni i casi sono in aumento, è bene far attenzione e non abbassare mai la guardia. Utilizziamo tutti i mezzi in nostro possesso per evitare che questo parassita si attacchi a noi.

A scatenare l’encefalite è un virus e in pochi minuti si è già diffuso. Colpisce il sistema nervoso centrale. Solo il 30% delle persone però manifesta i sintomi, i quali compaiono quasi sempre entro i 20 giorni. I sintomi dell’encefalite da zecca sono:

  • Febbre altissima
  • Mal di testa molto forte

La malattia ha una regressione spontanea, tranne nel 15% circa dei casi. Dopo un periodo di silenzio si manifesta di nuovo con sintomi molto più seri, cioè l’encefalite e la paralisi. A differenza della malattia di Lyme non ci sono cure ma solo un vaccino che serve a prevenirla.

Cosa faccio se sono stato morso da una zecca?

Non dovreste neanche esser qui a pensarci. Andate dal vostro medico e fatevi controllare. Questo è vero soprattutto nel caso in cui dovessero comparire arrossamenti strani sulla pelle o doveste sentirvi in uno stato non proprio ottimale di salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here