Camminare sotto la pioggia, perché fa bene e alcuni consigli

Se amate camminare sotto la pioggia, ci sono buone notizie.  Si tratta di un’attività che fa bene al corpo e alla mente, purché ovviamente scegliate la stagione adatta per farlo.

Non vi consigliamo di praticare questa attività nelle giornate molto piovose e fredde come accade in inverno, parliamo più che altro di pioggia estiva o primaverile. Ecco quali sono i 5 motivi per cui camminare quando piove fa bene!

Camminare sotto la pioggia: perché fa bene?

1. Rilassa mente e corpo

La pioggia è capace di rilassare sia la mente che il corpo. Potete infatti correre o camminare quando piove per provare un senso di libertà e leggerezza, seguita da una intensa fase di rilassamento. Lo stesso accade per il sistema nervoso. Considerate inoltre che quanto piove sono poche le persone che camminano fuori, quindi potrete goderevi una grande tranquillità.  Sarete voi, la pioggia e nessun altro.

2. Saper impiegare bene il vostro tempo

Il tempo ognuno decide di spenderlo come meglio crede. Se avete intenzione di camminare sotto la pioggia, sapete bene a cosa andate incontro e potete vivere la giornata in maniera felice. L’impegno non è neppure fisso, almeno che voi non abitiate in luoghi con frequenti precipitazioni. Correre sotto la pioggia può diventare quindi il vostro hobby preferito oltre che momento per staccare la spina dalla solita routine.

3. Passare del tempo con amici

Camminare sotto la pioggia è terapeutico, ma all’occorrenza anche un modo per stare in compagnia. Non siete gli unici a cui possono piacere questo tipo giornate, sapete? Se alcuni dei vostri amici condividono il vostro stesso interesse, allora potete partire insieme per passare una giornata salutare e differente da tutte le altre.

4. Aumenta la resistenza

Correre e camminare sono due esercizi simili, entrambi utili per allenare il corpo a sviluppare la resistenza fisica. Le gambe sono la parte che principalmente ne trae benefici. Ricordatevi di non percorrere sentieri troppo ripidi o in salita, perché la pioggia potrebbe renderli pericolosi. Ma su questo spenderemo qualche parola in più dopo.

5. Utile per gli anticorpi

Gli esperti ricordano che si potenziano gli anticorpi durante una camminata sotto la pioggia leggera. Naturalmente dovete ricordarvi di farvi subito una doccia non appena siete arrivati a casa.

Camminare sotto la pioggia: consigli da tenere a mente

Dato che oggi parliamo di correre sotto la pioggia, vi offriamo qualche consiglio. Dopotutto, la pioggia è si terapeutica ma anche pericolosa se non presa con le dovute precauzioni.

  • Le giornate più indicate sono quelle dove la pioggia è leggera e quindi non il classico acquazzone. Altrimenti non si parla di benefici ma di malanni e possibili pericoli.
  • Vi consigliamo di guardare le condizioni meteorologiche, anziché partire all’arrembaggio non appena il cielo inizia ad annuvolarsi. Non sarebbe affatto prudente.
  • Ricordatevi di portarvi dietro la giusta attrezzatura e non di partire sprovveduti. Potete spendere un po’ di più per garantirvi il giusto equipaggiamento durante il trekking o passeggiata che sia. Un paragrafo dedicato tra poco.
  • Evitate di avventurarvi in luoghi che non conoscete e allo stesso tempo che potrebbero diventare pericolosi con la pioggia. Inciampare o scivolare è una cosa da niente, specie quando c’è bagnato.

Attrezzatura giusta in caso di pioggia, cosa portarsi dietro?

Sicuramente seguendo i consigli precedenti, riuscirete a prevenire incidenti di percorso. Con la giusta attrezzatura, camminando su strade tranquille e che conoscente, una bella girata sotto la pioggia può rivelarsi davvero terapeutica.

Prima di tutto portatevi dietro un cambio (calzini, biancheria, pantaloni etc.) e lasciatelo pure nella vostra vettura se avete raggiunto il posto in macchina. Non possono mancarvi un paio di scarpe antiscivolo, tra le cose più comuni da usare inoltre vi ricordiamo il k-way da runner. Li trovate a prezzi ragionevoli, scegliete un modello con cappuccio. Vestitevi a strati e con materiale traspirante. Così che il corpo non sudi troppo.

Zone da evitare quando piove?

Come accennato poca fa, la pioggia può essere pericolosa in quanto rende il cammino non molto agibile e a seconda della violenza con cui cade, anche quasi impossibile da percorrere! Dunque, è bene che vi ricordiate di evitare zone in prossimità di corsi d’acqua, strade ripide e in salita o comunque dove vi sono aree rocciose e quindi scivolose.

Addirittura i punti come le radure diventano in men che non si dica acquitrini. Scegliete i sentieri tranquilli lontani da i corsi d’acqua, generalmente non sono pericolosi. Certamente non dovete inoltrarvi troppo nella natura, sia chiaro. Se siete con qualcuno è anche meglio, specie le prime volte. Così potete sempre contare sull’aiuto di qualcun altro.

Per rimanere aggiornati con noi, seguiteci anche su Instagram!

Add Comment