Camminare, benefici per il corpo e la mente!

Camminare annoia. Cerchiamo il più possibile di usare i mezzi di trasporto privati e pubblici per compiere il minor numero possibile di passi giornalieri. Un grandissimo errore visti i benefici che ci offre una bella e sana passeggiata, soprattutto se fatta in mezzo alla natura. Sottovalutiamo l’importanza di questa basilare forma di allenamento. Ecco alcuni buoni motivi per cambiare abitudini e rinunciare alla solita vita sedentaria!

Camminare fa bene: 8 motivi che spiegano perché?

Facciamo subito una premessa, dovete iniziare a camminare di più, non trasformarvi in atleti olimpici! Nessuno vi chiede di camminare chilometri e chilometri tutti i giorni oppure lanciarvi in sentieri escursionistici difficili. Chi tra voi è alle prime armi può cominciare con brevi percorsi, anche una parte del tragitto casa-lavoro può essere un inizio. Per esempio 10 o 15 minuti al giorno per cominciare vanno benissimo, in seguito se lo desiderate potete aumentare.

Noi personalmente abbiamo cominciato con 20-25 minuti al giorno, adesso senza farci nemmeno caso camminiamo diverse ore al giorno durante le escursioni o le girate a Valencia. La domenica per esempio ci piace spenderla così, camminando e visitando posti dove ancora non siamo stati. Alcune volte ci accontentiamo anche delle solite destinazioni ma pur che abbiano un bel paesaggio e poche macchine che circolano nelle vicinante.

Ma perché camminare fa bene? 8 motivazioni che vi invitano a camminare di più!

1. Allontana la noia

Camminare significa interagire con il mondo. Potete vedere cose, conoscere persone, assistere a scene del tutto singolari e non solo. È utile per combattere la noia, inoltre potete anche scoprire nuovi posti, luoghi perfetti dove magari tornerete per un pic-nic o fare altro come leggere un libro o semplicemente passare una giornata piacevole.

2. Combatte la sedentarietà

Molti di voi probabilmente si sono adattati un po’ troppo alla vita sedentaria. Che sia voluta o costretta a causa del lavoro poco importa. Con un po’ di organizzazione comunque, potete camminare abbastanza da ottenere una serie di vantaggi fisici e mentali. Trovate il tempo nella giornata per fare una passeggiata, anche 20 minuti sono meglio di niente, questo è sicuro. Nel tempo libero potrebbe diventare anche il vostro nuovo hobby, magari lo potete unire ad altro. Un esempio può essere la camminata con i bastoncini, vale a dire il nordic walking.

3. Aiuta a dimagrire

Ok, camminare non è miracoloso per il dimagrimento. Occorre anche un’alimentazione bilanciata. Tuttavia camminare vi aiuta a smaltire un po’ di peso e contribuisce quindi a migliorare la qualità della vita. Partite un po’ alla volta, senza esagerare. Aiutate il corpo al nuovo ritmo di vita con calma.

4. Utile per ridurre le malattie cardiache

Le malattie cardiache sono purtroppo una delle principali cause di morte, ma possiamo ridurne i rischi con diversi accorgimenti, tra cui un’alimentazione sana, uno stile di vita corretto e del buon moto. Anche camminare veloce secondo gli esperti è utilissimo per il cuore e quindi la nostra salute. Ancora una volta la regola dei 30 minuti è consigliata, ovviamente se avete più o meno tempo a disposizione va bene lo stesso.

5. Libera la mente

Uscite fuori all’aria aperta e staccate la spina da ogni cosa, soprattutto i problemi. Li abbiamo tutti, chi più e chi meno. Ricordatevi però che una mente serena è più propensa a trovare soluzioni. Avete solo un obbiettivo durante la passeggiata, camminare per rilassarvi. In questo modo si riduce lo stress e il nervosismo. Scaricate pure le vostre tensioni e cercate di godervi a pieno la giornata. Specie se c’è il sole così fate anche di scorte di vitamina D.

6. Utile per le ossa

Forse in molti non lo sanno, ma camminare è terapeutico anche per l’apparato scheletrico. Tale esercizio facilita la mineralizzazione ossea. Dunque non è una cosa di poco conto, dato che nel tempo possono fare comparsa vari disturbi o patologie come avviene per l’osteoporosi.

7. Insonnia

Numerosi sono gli studi che offrono un buon responso sulla camminata contro l’insonnia. Molte sono infatti le persone che dormano meglio da quando hanno cominciato questo genere di attività fisica. Dopotutto non è una sorpresa visto che camminare riduce lo stress, le tensioni muscolari e non solo.

8. Contro l’obesità infantile

L’obesità infantile è un problema serio nonché molto frequente, tuttavia in numerose occasioni è possibile prevenirla grazie a un’alimentazione controllata e l’attività fisica. Tuttavia, serve l’impegno da entrambe le parti quindi i bambini e naturalmente i genitori. Quest’ultimi dovrebbero infatti coinvolgere i propri figli in attività utili, tra cui la corsa, le passeggiate, il trekking e non solo.

Dunque per concludere possiamo dire che camminare nel complesso allunga e migliora la vita. Poi c’è chi per esempio sviluppa una passione per camminare sotto la pioggia, nel bosco, per le vie dei paesini etc. E se proprio non avete tempo per farlo nel luogo o tempo ideale, basta iniziare a lasciare la macchina un po’ più distante dal luogo di lavoro e raggiungerlo camminando!

 

Add Comment