Albalat de Taronchers, Valencia. Gastronomia e altre curiosità

0
65

Albalat de Taronchers o Albalat dels Tarongers in valenciano, è un municipio di provincia di Valencia. Con i suoi 1200 abitanti, si può chiaramente definire un piccolo paese che non invita noi italiani a trasferirvici ma, per una breve vacanza anche di mezza giornata, può rivelarsi una buona meta.

Albalat de Taronchers infatti, è uno dei comuni che abbraccia la Sierra Calderona ma anche la Sierra de Espadán. Qui passa il rio Palancia, il quale nasce a Cástellon. E’ conosciuto per la purezza delle sue acque anche se, in alcuni tratti, è stato inquinato dai rifiuti delle persone. Irriga diverse terre agricole lungo il suo percorso di circa 90 km. Attraversa anche Sagunto ma qui, è quasi sempre in secca e infatti le persone tendono a passeggiare sul suo letto.

Albalat de Taronchers confina con Sagunto, El Puig, Estivella, Gilet, Náquera e Sagart. Fa parte invece della comarca Campo de Murviedro. A 15 km invece, c’è la spiaggia e il mare. Diciamo che è un punto abbastanza strategico sia per fare qualche bella escursione, sia per rilassarsi in spiaggia. Ci sono diversi sentieri dove passeggiare. Una delle parti più belle da vedere resta quella dove si trova la Sierra Calderona. Dista circa 30 minuti dal centro città perciò volendo, potete anche far rientrare questa meta in una vacanza di due giorni a Valencia. Il nostro consiglio però è di farlo se avete a disposizione più giorni per visitare la città oppure, se magari avedere scelto di andare a vedere il castello di Sagunto e siete disposti a fare una momentanea deviazione.

Cosa vedere ad Albalat dels Tarongers

Ad Albalat dels Tarongers trovate un bel castello in stile gotico, il meglio conservato in realtà dell’intera comarca. Risale all’incirca tra il XIV e il XV secolo. E’ conosciuto con il nome di Casa-Palacio de Albalat de Taronchers o Casa del Castell. Si trova proprio nel centro città, davanti al fiume Palancia e nelle vicinanze di una chiesa, con la quale probabilmente vi era un passaggio sotterraneo, adesso inagibile.

Molto probabilmente è stato realizzato su antiche case romane, visti i ritrovamenti. Dal 1897 appartiene alla famiglia Baixauli ma, nel corso del tempo, è stato di proprietà di diverse famiglie e per un periodo questo spazio era un carcere comunale. Nonostante i vari restauri ancora oggi possiamo vedere alcune cose caratteristiche del passato, come ad esempio le torri merlate, create a scopo difensivo.

Anche se di minor rilevanza storica e culturale, in questo paese di Valencia potete vedere la chiesa della purissima e dell’immacolata (Iglesia de la Purisima o de la Inmaculada) che risale al secolo XVIII, creata da tre navate a croce latina.

Infine, c’è da visitare il parco naturale del Sierra Calderona. Del quale abbiamo già abbondantemente parlato nell’articolo dedicato.

Cosa mangiare a Albalat de Taronchers

Il piatto tipico di questo paese è larroz de Comediana, a base di riso, patate, baccalà, cipolla e salsa di pomodoro. Altro piatto caratteristico del posto è il tortell, un dolce a base di vermicelli (impasto dolce a base di caramello e alcuni frutti) e di marzapane. Viene poi adornato con frutta candita e noci.

Credit Photo: Di B25es

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here